Curling Club Lugano

A pochi viene in mente, a qualche giorno prima dell'inizio dell'estate, di fare la borsa da curling ed avviarsi verso un palazzetto del ghiaccio per giocare a Curling. Ed è forse proprio questo il motivo per cui il Torneo internazionale estivo di Cortina d'Ampezzo (Italia) ha un tal successo, con squadre provenienti da tutto il mondo che confluiscono nello splendido borgo in mezzo alle Dolomiti per passare quattro giorni di sport e - soprattutto - allegria. È infatti questa una delle ricette vincenti che Alberto e Antonio "Tone" Menardi, gli storici pilastri del Curling ampezzano, hanno sfruttato per rendere il torneo più unico che raro: un mix di squadre interessanti (anche qualche élite) e "just for fun", presenti sì per giocare, ma anche per fare festa e divertirsi in compagnìa.

Il Curling Club Lugano è stato rappresentato quest'anno da due squadre: il team Brancadüsch composto da Giulio (skip) con Elisabetta, Giorgio e Nuno, nonché il team misto "EUIUA" con Fabrizio (skip), Orietta (CC Chiasso), Chiara (nazionale ITA e ospite d'onore!) e Frank (in foto da sinistra)

Per i Brancadüsch l'inizio è stato subito in salita, con una sonora batosta patita contro il team "The 4 nations" skippato da un ex-campione del mondo Senior inglese ma con giocatori scozzesi, canadesi e gallesi. Nonostante abbondanti aperitivi, i "nostri" hanno subìto il contraccolpo ed alla sconfitta d'apertura ne sono seguite altre due (contro "Uerlis & Co" a presenza Danese e Lussembughese) e i locali CC Anpezo, prima della vittoria finale contro l'amico Roland Gasser del CC Zugo. Ne è scaturito un tutto sommato discreto 44o posto.

Inseriti in uno dei gruppi oggettivamente più difficili, il team "EUIUA" ha dapprima incontrato poca resistenza (16 a 5) contro SECC-Jars dalla Scozia (peraltro futuri finalisti...) per poi affrontare al secondo turno i campioni in carica del Ginevra-Lully: nonostante una prestazione comunque dignitosa, i ginevrini sono usciti vincenti dall'ennesima sfida contro una squadra luganese. Al terzo turno Fabrizio e compagni hanno vinto contro un'altra vecchia conoscenza, i mitici "Team Gaudì" di Wetzikon, affrontati l'ultima volta pochi mesi fa al giubileo del CC Ronco però questa volta con miglior sorte per gli EUIUA. All'ultimo turno vi è stata la sfida piuttosto impari contro un altro forte team, ancora di Wetzikon (aridaje!), skippato nientemeno che da Yannick Schwaller, campione del mondo Junior dello scorso anno e attivo in SwissLiga. Con due vittorie e due sconfitte EUIUA chiude in 19a posizione quale seconda miglior squadra a 4 punti.

Nonostante la meteo tutt'altro che clemente (quest'anno addirittura qualche fiocco di neve poco sopra all'abitato, ed una frana che ha sbarrato la strada statale dell'Alemagna), il torneo di Cortina d'Ampezzo si è riconfermato il fantastico appuntamento di fine (o inizio) stagione e l'attesa è stata ampiamente ripagata dall'atmosfera di amicizia, simpatia e competizione che ne ha decretato il sucesso degli ultimi anni: un appuntamento imperdibile per chi ama il gioco del Curling ed il suo "Spirit".

> Classifiche